Addominoplastica

Per addominoplastica si intende la rimozione del tessuto adiposo e cutaneo in eccesso a livello della zona centrale, laterale ed inferiore dell’addome al fine di tendere la parete cutanea ed ottenere un riavvicinamento dei muscoli addominali. L’intervento è indicato quando le diete e l’esercizio fisico risultano insufficienti, nei soggetti che hanno subito un forte dimagrimento, dopo la gravidanza e in quei casi in cui esiste un allontanamento dei muscoli addominali (diastasi), con conseguente indebolimento della parete addominale.

La routine preoperatoria prevede l’esecuzione di esami ematochimici, di un elettrocardiogramma e di una radiografia del torace.

L'intervento

L’intervento si esegue in anestesia generale ed ha, generalmente, una durata di circa 3-4 ore con le seguenti fasi:
Vengono praticate due incisioni che delimitano un fuso compreso tra una linea passante sul margine sovrapubico.
Si procede allo scollamento del pannicolo cutaneo adiposo dai piani sottostanti e, quando necessario, viene riparata la parete addominale mediante l’accostamento dei muscoli retti ed obliqui dell’addome.
Nei casi di pazienti con forte dimagrimento o con abbondante tessuto adiposo si effettuerà un’incisione a “T” invertita, che comprenderà oltre all’incisione sovrapubica un’incisione verticale che si porterà dal pube verso lo sterno per poter dare un risultato migliore e più completo. Sui fianchi la cicatrice sovrapubica sarà completamente nascosta nell’area coperta dal costume.
Per evitare indesiderate raccolte di sangue e/o siero, vengono posizionati due piccoli tubi di drenaggio morbidi che saranno rimossi dopo 3-4 giorni.
Si termina applicando una medicazione compressiva con una guaina che dovrà essere indossata giorno e notte per almeno 4 settimane.

Post-intervento

Dopo l’intervento i pazienti dovranno rimanere a riposo per qualche giorno, ma potranno alzarsi per effettuare piccole passeggiate già dalla sera dell’intervento, se accompagnati. 
Un certo fastidio, quando presente, è facilmente controllabile farmacologicamente. La tosse, lo starnutire e tutte le altre attività che comportano la contrazione dei muscoli addominali, possono provocare fastidi e un lievissimo dolore. I punti di sutura verranno rimossi dopo 12/14 giorni dall’intervento. Le cicatrici che restano dopo questo intervento sono poco evidenti e, con il tempo, tendono a non vedersi.
La ferita verrà medicata dal chirurgo ogni 2/3 giorni fino alla rimozione dei punti di sutura. Il paziente dovrà riposare quanto più possibile e camminare leggermente piegato in avanti per non trazionare la sutura per la prima settimana aumentando gradualmente l’attività di settimana in settimana. È consigliabile non distendersi sull’addome per almeno due settimane, ma dormire in posizione supina con le gambe piegate lievemente sull’addome e il torace inclinato in avanti per non gravare sulla ferita. Dopo l’intervento si rileva una perdita di sensibilità cutanea nella parte inferiore dell’addome che non deve allarmare il paziente poiché, generalmente, è temporanea e scompare in pochi mesi. 

  • c-facebook
  • c-tbird
  • c-youtube

Lunedi - Venerdi   10.00 - 20.00

Sabato                    10.00 - 18.00

Domenica              10.00 - 14.00

Domiservices Srl

NUOVA SEDE

Via TOMMASO GULLI 3

P.Iva 06579241008

Tel: 06 3233956