Blefaroplastica

La blefaroplastica è un intervento che ha l’obiettivo di ridurre l’eccesso cutaneo e/o adiposo (“borse”) a livello delle palpebre. In molti casi è necessario agire su entrambi i piani. La durata del risultato dell’intervento è estremamente variabile da un individuo all’altro.
Nella maggior parte dei casi le borse delle palpebre inferiori non recidivano, tuttavia la cute tende ad essere più lassa e più ridondante con il passare del tempo. Potrebbe essere necessario, dunque, in un lasso di tempo variabile di circa 8-10 anni, un’ulteriore riduzione dell’eccesso cutaneo.

L'intervento

 

L’intervento può essere eseguito sia in anestesia locale, associata ad una leggera sedazione, che in anestesia generale; ha una durata di circa un’ora e non richiede degenza. L’incisione sulla palpebra inferiore è eseguita a circa 2 mm dal margine ciliare parallela alla rima palpebrale e si prolunga leggermente verso l’esterno curvando nascosta in qualche ruga per circa 1 cm. La cute viene scollata delicatamente dai tessuti sottostanti; si asportano le pseudo-ernie adipose che formano le borse e, se necessario, viene asportato l’eccesso cutaneo; quindi si procede alla sutura della cute con fili estremamente sottili. Alternativamente si esegue un’incisione trans congiuntivale dall’interno della palpebra inferiore, nei casi in cui non sia necessario asportare cute in eccesso. Ormai da alcuni anni, associamo entrambe le tecniche, ovvero sia la via esterna per rimuovere l’eccesso cutaneo che la via trans congiuntivale per asportare le pseudo-ernie adipose. In tal maniera non viene intaccato il muscolo orbicolare inferiore, riducendo di molto la possibilità di comparsa di complicazioni come ematoma ed ectropion.
Prima di eseguire le incisioni sulla palpebra superiore, viene individuato, valutato e disegnato l’eccesso cutaneo. Il disegno viene eseguito in modo che la sottile cicatrice finale possa cadere in una piega cutanea in modo da risultare invisibile ad occhi aperti.

Dopo l'intervento

 

La vita lavorativa e di relazione sarà limitata per un periodo di circa 7 giorni. La guida dell’autovettura può essere ripresa dopo circa una settimana. A seguito dell’intervento il paziente potrà avvertire una lieve sintomatologia dolorosa controllabile con la somministrazione di normali analgesici. Possono essere presenti in quantità modesta o consistente e variabilmente da paziente a paziente: edema, ecchimosi e discromie (gonfiore, arrossamento e variazione di colore). La maggior parte dell’edema e dell’ecchimosi scompare fra il quinto e il decimo giorno, ma non è insolito che le modificazioni di colore durino più a lungo. Durante questo periodo le palpebre possono apparire gonfie, irregolari ed asimmetriche e può essere presente una modesta iperemia congiuntivale (occhi arrossati). I punti di sutura verranno rimossi 3 giorni dopo l’intervento. La medicazione consiste in piccole strisce di cerotto lateralmente agli occhi.

  • c-facebook
  • c-tbird
  • c-youtube

Lunedi - Venerdi   10.00 - 20.00

Sabato                    10.00 - 18.00

Domenica              10.00 - 14.00

Domiservices Srl

NUOVA SEDE

Via TOMMASO GULLI 3

P.Iva 06579241008

Tel: 06 3233956