Lipofilling

 

L’intervento consiste nel prelievo con cannule da liposuzione di una quantità variabile di tessuto adiposo da una regione corporea donatrice e, dopo trattamento del tessuto stesso tramite centrifugazione o filtrazione, dal suo innesto nell’area ricevente da trattare. Lo scopo è quello di ottenere un aumento volumetrico pianificato e un effetto trofico cutaneo grazie all’ azione delle cellule staminali presenti nel grasso. Il tessuto innestato viene riassorbito in una percentuale di circa il 20-30%. L’utilizzo delle tecniche di lipofilling ha trovato un ottimo utilizzo nell’ambito estetico, dato che il tessuto adiposo può essere innestato in diverse aree come viso, mammella, dorso mani, fianchi e glutei.

L'adipe prelevato dal corpo (grasso autologo) viene reintrodotto nella sede desiderata proprio come fosse un comune filler: in questo caso, però, il “filler” è una sostanza naturalmente prodotta dal proprio corpo.Numerosi trattamenti di lipofilling sono spesso richiesti per volumizzare e migliorare visibilmente l'aspetto di glutei, polpacci, seno e viso. Il lipofilling è finalizzato a correggere un profilo corporeo evidentemente alterato da età avanzata, stress, diete dimagranti, eccessivo dimagrimento o continua esposizione alle radiazioni UV solari od artificiali.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

L'obiettivo cardine del lipofilling è il ringiovanimento del proprio corpo ed il miglioramento dell'aspetto estetico. Precisamente, il lipofilling trova indicazione nelle seguenti circostanze:

- Definire zigomi, guance e mento

- Ridisegnare l’oval del viso

- Spianare le rughe

- Volumizzare labbra sottili

- Riempire glutei e polpacci

- Rimodellare il seno cadente o poco sporgente

 

Oltre a fini estetici, il lipofilling può essere la soluzione migliore anche per riparare velocemente i tessuti lesi e favorire la guarigione delle ferite. Difatti, recenti studi hanno evidenziato come il tessuto adiposo possa considerarsi fonte preziosa di cellule staminali.

A partire da questo presupposto, le moderne tecniche di ingegneria tissutale hanno aperto la strada ad un utilizzo sempre più raffinato e sofisticato del lipofilling. A tale scopo, l'intervento di lipostrutturazione si rivela indicato anche nei seguenti casi:

- Correzione di difetti post-traumatici/chirurgici

- Guarigione delle piaghe da decubito

- Recupero della salute in seguito ad ustioni

- Riempimento di aree cicatriziali

- Correzione di fibrosi tissutale.

 

L'intervento di lipofilling viene normalmente eseguito in anestesia locale con sedazione, in day-surgery. Successivamente, si procede con l'aspirazione di una nota quantità di tessuto adiposo mediante una cannula sottile munita di una punta smussa, disegnata appositamente per evitare di danneggiare la zona. Nella maggior parte dei casi, il grasso viene prelevato da zone in cui esso è abbondantemente presente, come la sede sottocute di fianchi, addome, glutei, cosce esterne o ginocchio.Il decorso post-operatorio del lipofilling generalmente è privo di dolore e disturbi, occasionalmente si può avere percezione di dolenzia e gonfiore nelle aree in cui il grasso è stato prelevato e re-inoculato. La formazione di piccoli ematomi ed ecchimosi nei giorni immediatamente seguenti all'intervento deve essere considerato un fenomeno pressoché normale. Alcune pazienti accusano anche un lieve rialzo termico nei primi 2-3 giorni successivi al lipofilling. Il risultato del lipofilling può essere pienamente osservato solo dopo 8-12 settimane dall'intervento.L'idea alla base del lipofilling ricalca quella dei filler comuni: ritoccare gli inestetismi tipici dell'età, rimodellare i volumi perduti e correggere le imperfezioni delle pelle. Ciò che cambia è la sostanza che viene inoculata: mentre nei comuni filler, l'acido ialuronico ed il collagene sono le sostanze “riempitive”  più utilizzate e più richieste in assoluto, il lipofilling si avvale di tessuto adiposo (grasso) prelevato direttamente dal corpo del paziente stesso. A detta di ciò, ben si comprende come il rischio di intolleranza/reazione alla sostanza inoculata si riduca palesemente nel lipofilling.Inoltre, mentre il filler all'acido ialuronico ed al collagene sono completamente riassorbibili (l'effetto ringiovanimento svanisce dopo 3-12 mesi dal trattamento), il lipofilling può talvolta esser considerato un trattamento semipermanente. Difatti, solo una percentuale del grasso trapiantato viene riassorbito (30-40%): la maggior parte di esso, rimane in situ. 

 

  • c-facebook
  • c-tbird
  • c-youtube

Lunedi - Venerdi   10.00 - 20.00

Sabato                    10.00 - 18.00

Domenica              10.00 - 14.00

Domiservices Srl

NUOVA SEDE

Via TOMMASO GULLI 3

P.Iva 06579241008

Tel: 06 3233956